“๐— ๐—ถ๐—ฟ๐—ฐ๐—ผ ๐—š๐—ฎ๐˜€๐—ฝ๐—ฎ๐—ฟ๐—ผ๐˜๐˜๐—ผ ๐˜๐—ถ ๐—ฎ๐—ฐ๐—ฐ๐—ฒ๐—ป๐—ฑ๐—ฒ ๐—ฑ๐—ฒ๐—น๐—น๐—ฒ ๐—น๐—ฎ๐—บ๐—ฝ๐—ฎ๐—ฑ๐—ถ๐—ป๐—ฒ ๐—พ๐˜‚๐—ฎ๐—ป๐—ฑ๐—ผ ๐˜๐˜‚๐˜๐˜๐—ผ ๐—ฒฬ€ ๐—ฏ๐˜‚๐—ถ๐—ผ”

Questa non รจ una frase mia, ma di ๐—™๐—ฟ๐—ฎ๐—ป๐—ฐ๐—ผ ๐— ๐—ฒ๐—น๐—ผ๐˜๐˜๐—ผ, imprenditore vicentino, che conosco da quando ero ragazzino.

Ho sempre saputo che Franco avrebbe potuto fare qualcosa di grande, affrancarsi e ๐—ด๐˜‚๐—ฎ๐—ฑ๐—ฎ๐—ด๐—ป๐—ฎ๐—ฟ๐—ฒ ๐—น๐—ฎ ๐˜€๐˜‚๐—ฎ ๐—ถ๐—ป๐—ฑ๐—ถ๐—ฝ๐—ฒ๐—ป๐—ฑ๐—ฒ๐—ป๐˜‡๐—ฎ ๐—ฒ๐—ฐ๐—ผ๐—ป๐—ผ๐—บ๐—ถ๐—ฐ๐—ฎ.

Ho visto le ๐—ฝ๐—ผ๐˜๐—ฒ๐—ป๐˜‡๐—ถ๐—ฎ๐—น๐—ถ๐˜๐—ฎฬ€ che cโ€™erano in lui e lโ€™ho spinto a creare qualcosa di suo, quando nemmeno lui ci credeva.

Grazie agli ๐—ถ๐—ป๐—ฝ๐˜‚๐˜ e ai ๐—ฐ๐—ผ๐—ป๐˜€๐—ถ๐—ด๐—น๐—ถ che non mi sono mai stancato di dargli, oggi Franco fa lโ€™๐—ถ๐—บ๐—ฝ๐—ฟ๐—ฒ๐—ป๐—ฑ๐—ถ๐˜๐—ผ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ฑ๐—ฎ ๐—ฏ๐—ฒ๐—ป ๐Ÿฎ๐Ÿฌ ๐—ฎ๐—ป๐—ป๐—ถ ed รจ riuscito a espandere il suo business fuori dai confini di casa, in settori e comparti differenti. Ho usato con Franco lo stesso approccio, la stessa determinazione e la stessa lungimiranza che uso con gli imprenditori, i professionisti e gli aspiranti tali che ogni giorno a crescere e a migliorarsi.